Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

CHI SIAMO   |   ARCHIVIO Altre ognisette    |   altre ognisette
Tu sei qui: Home Flash news FORTE DEI MARMI. Piano prima casa

FORTE DEI MARMI. Piano prima casa

Il vice sindaco e assessore all’urbanistica Michele Molino ribatte al consigliere di Progetto Forte Gabriele Monteforte sulla questione

“Il consigliere Monteforte sbaglia a dire che “l’amministrazione temporeggia” sul tema della realizzazione degli alloggi in cooperativa. L’amministrazione comunale ha già portato a compimento quello che era suo dovere fare: dar vita ad un piano prima casa che è stato approvato nelle modalità e nei tempi giusti”. Il vice sindaco e assessore all’urbanistica Michele Molino ribatte al consigliere di Progetto Forte Gabriele Monteforte sulla questione prima casa. “Adesso – spiega Molino-  è in corso l’iter procedurale successivo, che esula dal dibattito politico e coinvolge i professionisti, le cooperative, i privati interessati dal piano e gli uffici amministrativi. Questo procedimento consiste nella presentazione di tutta la documentazione necessaria per arrivare all’approvazione del progetto da parte degli uffici comunali. La realizzazione di nuovi 75 alloggi previsti dal piano complesso di intervento, tutti legati a requisiti della residenza ed invendibilità per 20 anni,  è la seguente: 25 abitazioni prima casa sono destinate alla realizzazione da parte di privati e di queste sono state già rilasciate 8  concessioni edilizie; altri 50 alloggi sono destinati a cooperative. La procedura di queste’ultime pratiche –prosegue Molino-  prevede non la concessione diretta ma “il piano attuativo”: il progetto deve essere approvato dal Consiglio Comunale,  in quanto la realizzazione delle abitazioni comporta trasformazioni di aree molto più complesse della costruzione di una casa su di un singolo lotto. Un primo piano attuativo è stato adottato in Consiglio nel marzo scorso, è stato pubblicato sul burt ed a breve tornerà in Consiglio per l’approvazione definitiva. Nel frattempo, sono stati presentati altri piani attuativi relativi a 28 alloggi. Una volta terminato l’iter istruttorio ed ottenuti i nulla osta anche di enti quali l’Enel e Gaia, necessari in pratiche di questo tipo, si passerà all’adozione in Consiglio Comunale.

Il lavoro della Commissione Urbanistica, che è sicuramente importante e sono sicuro sarà rapidissimo, inizia solo dopo il termine dell’istruttoria dell’ufficio. Faccio presente che in questi mesi ed anche in questi giorni, ho cercato di seguire l’iter delle pratiche presentate, invitando sia i professionisti che gli uffici ad una stretta collaborazione, per arrivare, quanto prima, alla conclusione dei procedimenti. E’ interesse di tutta l’amministrazione comunale – conclude il vice sindaco- che questi nostri concittadini possano finalmente avere la propria prima casa sul territorio comunale.

Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali